banner donazione

Bagnoli: punto e a capo

Comitato civico della X municipalità di Napoli


Le 10 Municipalità di Napoli su una veduta della città
Un po' di noi
► Chi siamo
► Contattaci
► Dove siamo
► Statuto
Focus
► Forum
► I nostri video
► Social network
► Fotogallery
Notizie dal comitato
► Bagnoli, lido comunale chiuso e occupato - Antonio Di Dio si impegna per riaprirlo
► “La mia Bagnoli”: La lingua Napoletana
► Antonio Di Dio, il più votato a Bagnoli: “Bisogna fare un ultimo sforzo al ballottaggio per Luigi De Magistris”
► Elezioni del 05/06/2016 alla X Municipalità di Napoli
► Visualizza le altre notizie...
I nostri meeting
► 02/06/2016: De Magistris omaggia l'elettorato di Antonio Di Dio: Del Giudice sarà riconfermato vicesindaco
► 10/05/2016: Coroglio non si tocca - Incontro col sindaco di Napoli, Luigi De Magistris
► 29/04/2016: Coroglio non si tocca - Raffaele Del Giudice, Antonio Di Dio e Paola Minieri dicono no agli espropri
► Visualizza gli altri meeting...
Cronaca di Bagnoli
► Movida a Bagnoli, denunciati parcheggiatori abusivi su via Coroglio
► In casa con hashish e cocaina, 36enne di Bagnoli finisce in manette
► Arrestato spacciatore di cocaina in Via Acate a Bagnoli
► Agguato a Bagnoli, ferito affiliato alla Nuova Camorra Flegrea
► Visualizza le altre notizie di cronaca...
Rubrica
► Mutui e prestiti: se il tasso è usurario hai diritto al rimborso
► Come donare per la SLA
► Calendario Mondiali di calcio 2014
► The Voice 2014 è suor Cristina
► Visualizza le altre notizie...
Altro
► La mia Bagnoli
► Poesie napoletane
► Giornale NapoliNet
► Premio Bagnoli
Categorie
► Associazioni
► Link utili
Logo del comitato
grazie comitato bagnoli

«La mia Bagnoli»

Curiosità napoletane: racconti di alcune stravaganze di Napoli e dei Napoletani

Esco per un po' dalle cose strettamente legate a Bagnoli per raccontare alcune stravaganze di Napoli e dei Napoletani. Certo molti di voi non si meraviglieranno di talune curiosità, ma spero comunque di farvi trascorrere un quarto d'ora con un sorriso.Curiosità napoletane
Cucina. Incominciamo dal cibo. La colazione è il pasto leggero del mattino, ma... per noi è il panino, o qualcosa di simile, che ci portiamo al lavoro e che mangiamo nell'intervallo. Lo stesso dicasi per la merenda, cioè lo spuntino del pomeriggio. Sì, ma... per noi 'a marenna è sinonimo di colazione, quindi ancora il panino. Passiamo ai primi piatti: entriamo in un ristorante del nord e ordiniamo ziti al ragù.
Sapete cosa ci portano? Gli ziti con la carne trita, ossia quella che per noi è la bolognese! Non parliamo poi se ordiniamo il soffritto: ci prendono per matti perché il soffritto, in italiano, è semplicemente il battuto con cipolla, erbe aromatiche e pancetta che si soffrigge con olio e burro ma... per noi 'o zzuffritto è quello squisitissimo insieme di rigaglie cotte con il sugo, bello pieno di peperoncino. Ragazzi, sono le 19 e sto svenendo per la fame! Ma passiamo a un secondo: sempre nel ristorante settentrionale ordiniamo allora una braciola e mentre già pregustiamo la classica fettina avvolta, con all'interno pinoli, pepe, uva passa, formaggio e prezzemolo, condita con il sugo di pomodoro, ecco che invece il cameriere ci porta una fetta di carne cotta alla griglia o in padella. Chiudiamo con la frutta: "Cameriere, mi porti una fetta di melone" e invece di sentirci chiedere "bianco o rosso?", quello ci reca, senza pensarci su, il melone bianco. Cos'e pazze... cos'e pazze!
Lingua. Prima ho fatto cenno all'intervallo: per noi napoletani è l'ora di spacco... peccato però che al di fuori di Napoli nessuno ci capirebbe, in quanto in italiano spacco significa solo spaccatura. A meno che capiscano stacco e allora sì che andrebbe bene, perché in italiano lo stacco è esattamente l'intervallo. Nostro figlio torna a casa dalla scuola: "Nennì, a mammà... 'a maesta t'ha rat' l'assegno?" e lui ci fa vedere gli esercizi scolastici da fare a casa. Ma... alt! Assegno si dice solo a Napoli: per tutto il resto dell'Italia l'assegno è solo quello bancario. Siamo a casa, mia moglie fa: "Mantieni queste chiavi un momento".
Tutto bene, no? Eh no... in italiano "mantenere" ha solo l'impiego di far durare una cosa, conservare, invece bisognerebbe dire "tenére", che ha appunto il significato di avere qualcosa con sé e stringerla affinché non cada. Quanti errori, eh? Ma questi non sono nulla in confronto allo scatolo benedetto che si sente dire a Napoli! Lo scatolo non esiste, esiste solo lo scatolone, e in italiano si dice scatola. Più perdonabile l'uso di "tenére" in questi impieghi: "In tasca tengo 20 euro" oppure "Tengo 40 anni"! Facciamo un piccolo sforzo, quando parliamo italiano e diciamo "ho". E finiamo con il cafone. Brrr... solo se ci penso: più d'una volta ho assistito a risse perché un tale era stato chiamato cafone! Il napoletano usa questo termine per indicare qualcuno o qualcosa che proviene da fuori, quindi un provinciale, ma anche il pane che arriva, che so?, da Caivano. Ho visto al "SuperÒ" di Bagnoli il pane confezionato e con la scritta "pane cafone". In italiano cafone significa invece persona rozza.
Ecco che allora non provate mai a chiamare cafone un amico della provincia: potreste passare dei guai seri! Consiglio di farlo solo se avete il naso a becco: con un pugno ben assestato il caf... ehm il provinciale ve lo trasformerà in un bel nasino a patatina...
Strade. Dai vocaboli passiamo a qualche curiosità che riguarda le nostre vie. Iniziamo il percorso da una rua qualsiasi. A Napoli, infatti, ci sono ancora un paio di vie così chiamate, a causa della dominazione spagnola (rua = via) e ce ne andiamo al famoso vico Scassacocchi, detto così perché una volta in quella zona si demolivano le carrozze (scassa-cocchi) e poi ci inoltriamo p'o vico 'a munnezza.
Ma come? Hanno intestato una via al problema dei rifiuti a Napoli? Ma no, in realtà, anticamente il vicolo era intitolato a Maria Mondez, una nobildonna e il popolino (a quel tempo molto ignorante) capiva "monnezza"! Poi c'era 'o vico 'e perucchie perché anche qui il popolino capiva pidocchi anziché pitocchi: in realtà il vicolo era il luogo in cui vivevano, non si sa bene, molti usurai o molti poveri. E finalmente un nome poetico: Via Settimo Cielo. Adesso non c'è più, ma non vorrei sbagliare dicendo che leggevo questa targa quando ero piccolo, e mi pare fosse una traversa di via Costantinopoli.
Anche qui un bell'errore: si intendeva dedicare la via a Settimio Celio, un console romano, ma gli incisori della lapide scrissero proprio così: Via Settimo Cielo!
Come dicevo all'inizio, il mio scopo era solo quello di intrattenervi piacevolmente con qualche curiosità napoletana. Se questi ricordi vi hanno fatto piacere, posso proseguire magari scovando qualche altra cosa buffa fra le pieghe delle mie ormai vecchie sinapsi. Ciao a tutti.

Samlet

Articolo precedente Articolo successivo

Commenti:


di: Rosaria Pennington

06/02/2011 20:39

Sign. Antonio, ho provato tanto piacere di aver potuto leggere le curiosità napoletane.
Grazie di cuore Rosaria.


di: Angelo Cozzolino

08/02/2011 9:46

Articolo godibile, ma devo segnalare qualche piccola imprecisione:
1) le denominazioni "rua" di alcune strade non risalgono alla dominazione spagnola ma molto prima, al periodo angioino (rua Catalana; rua Francesca; rua Toscana)
2) Il vico cosiddetto di "Maria Munnezza", correzione di "Maria Mendoza", non esiste più.
AC


 

 


Indice


25/06/2018 - Bagnoli, lido comunale chiuso e occupato - Antonio Di Dio si impegna per riaprirlo
25/06/2018 - VIDEO - Bagnoli, lido comunale chiuso e occupato - Antonio Di Dio si impegna per riaprirlo
12/02/2018 - “La mia Bagnoli”: La lingua Napoletana
07/06/2016 - Antonio Di Dio, il più votato a Bagnoli: “Bisogna fare un ultimo sforzo al ballottaggio per Luigi De Magistris”
02/06/2016 - VIDEO - De Magistris omaggia l'elettorato di Antonio Di Dio: "Del Giudice sarà riconfermato vicesindaco"
02/06/2016 - MEETING - De Magistris omaggia l'elettorato di Antonio Di Dio: Del Giudice sarà riconfermato vicesindaco
28/05/2016 - Elezioni del 05/06/2016 alla X Municipalità di Napoli
10/05/2016 - MEETING - Coroglio non si tocca - Incontro col sindaco di Napoli, Luigi De Magistris
10/05/2016 - VIDEO - Antonio Di Dio dal sindaco Luigi De Magistris: Coroglio non si tocca e no al divieto di accesso alle spiagge di Bagnoli
29/04/2016 - MEETING - Coroglio non si tocca - Raffaele Del Giudice, Antonio Di Dio e Paola Minieri dicono no agli espropri
29/04/2016 - VIDEO - Coroglio non si tocca - Antonio Di Dio e Paola Minieri dicono no agli espropri
26/01/2016 - MEETING - Sindaco De Magistris a Bagnoli
14/12/2015 - Luci di Natale a Bagnoli
30/11/2015 - Potatura alberi a Bagnoli
05/11/2015 - Ripristinata segnaletica in Via Amedeo Maiuri
28/03/2015 - MEETING - Raccolta dell'olio vegetale esausto prevista per il 28 marzo 2015
31/01/2015 - Concorso a premi: Compra a Bagnoli e vinci !
03/01/2015 - MEETING - Il sindaco di Napoli De Magistris a Bagnoli per stare insieme ai commercianti
03/01/2015 - VIDEO - De Magistris a Bagnoli incontra i commercianti
05/11/2014 - MEETING - Progetto Garanzia Giovani in Campania: Cos'è e come funziona
23/10/2014 - MEETING - Chiusura del consultorio di via Enea e del poliambulatorio di via Alessandro D’Alessandro di Bagnoli
07/10/2014 - MEETING - L'ASIA incontra i Bagnolesi
06/10/2014 - RUBRICA - Mutui e prestiti: se il tasso è usurario hai diritto al rimborso
29/09/2014 - Calendario dell'ASIA per la raccolta differenziata di Bagnoli
25/09/2014 - Calendario raccolta olio esausto: gennaio 2014-gennaio 2015
18/09/2014 - Del Giudice a Bagnoli per l'emergenza rifiuti, evento organizzato da Antonio Di Dio
18/09/2014 - VIDEO - Del Giudice a Bagnoli per l'emergenza rifiuti, evento organizzato da Antonio Di Dio
05/09/2014 - MEETING - Emergenza pulizia Bagnoli
23/08/2014 - RUBRICA - Come donare per la SLA
30/06/2014 - Morte di Carmine Cipollaro: il saluto del Comitato di Bagnoli

successivo ultimo
da 1 a 30 scarica tutto